Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 01 Giugno 2016 - Ore 01:36


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
INCIDENTE
Scontro auto-pullman a Cunettone di Salò: grave un bambino di 11 anni
Un incidente grave è accaduto pochi minuti fa a Salò, in località Cunettone. La dinamica è ancora da accertare, ma secondo la prima ricostruzione si sarebbe verificato un impatto violento tra un pullman con a bordo 40 studenti del liceo Fermi e un'automabile (una Wolkswagen Touran) impegnata in un tentativo di inversione di marcia. Quattro i feriti: il più grave un bambino di 11 anni. Sul posto sono intervenute immediatamente cinque ambulanze, l'elisoccorso e i vigili del fuoco. Oltre alla Polizia stradale per i rilievi.    

Commenti
ven 27 mag 2016, ore 15.24
L'INDAGINE
Internet da medioevo in provincia di Brescia: 43 i Comuni sotto i 5mbps
Poco più di 5 mbps: questa la media delle velocità reali di connessione in provincia di Brescia rilevata da Sostariffe.it, portale che offre gratis un servizio di speed test che misura la reale velocità di navigazione internet. Più che di velocità quindi si parla di lentezza e l'attuale situazione risulta davvero problematica fatta eccezione per la Valsabbia dove le imprese viaggiano su fibra ottica. Come scrive il Corriere della Sera, le aree più penalizzate sono quelle lontane dalla centrale con velocità reale di connessione molto inferiore rispetto ai 7-20 megabit pubblicizzati: l'Agcom ha messo a disposizione un servizio con il quale è possibile fare un test ufficiale e se i risultati sono sotto il minimo indicato dall'operatore si può disdire gratuitamente il contratto

Commenti 2
sab 07 mag 2016, ore 10.29
TERRORISMO
Lahlaoui e El Abboubi, in Valsabbia parlano fratello e padre. Incredulità e vergogna
C’è un filo che collega il mondo dell’Isis a Brescia, più precisamente alla Valsabbia. Un filo sul quale nei giorni scorsi è inciampata la polizia tedesca, quando dopo un controllo stradale Mohammed Lahlaoui è stato arrestato. Sul suo cellulare alcuni sms scambiati con Khalid El Bakraoui, uno degli attentatori della metropolitana di Bruxelles. Il 29enne ha vissuto in Valsabbia 7 anni e a Vestone vivono ancora oggi la madre e il fratello, intercettato dal Giornale di Brescia, al quale ha confessato: “Faccio fatica a credere a quello che leggo, ma se è coinvolto e ha sbagliato è giusto che paghi. Con noi non aveva mai parlato di terrorismo”. Dal 2013 Mohammed era stato espulso dopo aver collezionato denunce per svariati reati e si era rifatto una vita in G

Commenti 7
mar 29 mar 2016, ore 13.02
 
A proposito della bancarella di piazza Vittoria
Bragaglio di Claudio Bragaglio - Leggo, come molti interessati ai libri, la polemica sulla bancarella dell’amico Gigi. Sì proprio quella un po’ nascosta e rintanata, con quei suoi vecchi libri, in piazza Vittoria. Quella che non dà alcun fastidio. Ordinata e discreta. Un simpatico ritrovo per uno scambio di idee tra lettori, anche un po’ ‘vintage’, o per un perditempo tra bibliomani e bibliofili. Un bell’angolo di cultura e d’amicizia, nulla più. Piccolo, ma tanto piccolo, della nostra Brescia. Senza i riflettori pubblici per voti da contendersi. Senza associazioni commerciali che poi ti farebbero la guerra in Loggia. Senza il lustro della notorietà. Senza santi protettori in Paradiso. Tutti infilati, quindi, i migliori motivi per un distratto scrollar di spalle e per... lasciar perdere. O forse, proprio per questo, no. Con le prime 500 firme che tra poco raddoppieranno, e più. Virali, come in una rete, ma di passapa
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Lonati raddoppia e mette fieno in cascina. Il 2016 è partito nel migliore dei modi per l'azienda di San Polo che è leader mondiale nella produzione di macchine per calze: una nuova commessa dall'Uzbekistan che segue quella della scorsa estate e porta il totale a 20 milioni di euro. A firmare il gruppo tessile Uztex di Tashkent, che ha ordinato altre 512 macchine per calze di ultima tecnologia. Da Lonati gli uzbeki ne avevano già acquistate 550 (già consegnate), ma l'
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














POLIZIA
Maxi operazione antidroga, sgominata banda capeggiata da due gestori di Kebab
Ieri, 26 febbraio, la Squadra Mobile della Questura di Brescia ha smantellato una organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga che operava nell'est bresciano. La polizia ha infatti dato esecuzione a quattro ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Brescia, Mainardi, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia, Rossi, per reati di traffico di sostanza stupefacente ed associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanza stupefacente. Le indagini sono iniziate ad agosto 2013 a seguito delle numerose segnalazioni pervenute alla Questura, riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti, nella zona dei Comuni di Rezzato (BS) e Mazzano (BS), da un gruppo di  magrebini.  La Squadra Mobile, Se

Commenti 11
sab 27 feb 2016, ore 12.41
GAVARDO
Incendio in pizzeria: le fiamme avvolgono tetto e soffitto
Poco dopo le 22 il soffitto e parte del tetto della pizzeria Mamacita di Gavardo ha iniziat6o a prendere fuoco. Per fortuna a quell'ora non c'erano clienti e i titolari sono riusciti a mettere in sicurezza la struttura grazie all'arrivo dei vigili del fuoco, affiancati dai volontari che per due ore hanno lavorato ininterrottamente per spegnere le fiamme e bonificare l'edificio. Stando alla prima ricostruzione il rogo sarebbe stato provocato dal malfunzionamento di una canna fumaria. Sul posto anche i carabinieri di Gavardo che dovranno stabilire l'esatta causa dell'incendio.

Commenti
lun 08 feb 2016, ore 09.26
L'INCIDENTE
Scivola sul ghiaccio e si scontra frontalmente con un'auto: grave donna 52enne
Il ghiaccio responsabile del terribile incidente avvenuto questa mattina, venerdì 29 gennaio, a Nozza sulla statale 237 del caffaro. Una donna di 52 anni a bordo di una Peugeot di colore scuro ha perso il controllo scontrandosi frontalmente con un'autovettura guidata da un 77enne. La donna è stata trasportata all'ospedale Civile con l'eliambulanza mentre l'anziano se l'è cavata con una ferita curata all'ospedale di Gavardo. Sul posto anche i Vigili del Fuoco e la Polizia stradale per i rilievi.

Commenti
ven 29 gen 2016, ore 11.55
VALSABBIA
Furto di antenne per Teletutto. Tornerà in chiaro entro la mattinata
Il furto ad un apparato per la trasmissione del segnale ha oscurato Teletutto in Valsabbia, nella parte alta delle Valli Giudicarie e della Valtrompia. Il segnale era posto all'interno di una cabina che sta alla base delle antenne di Selvapiana, sul Monte Magno. Un punto facilmente raggiungibile anche con un fuoristrada che evidentemente alcuni ignoti hanno pensato di raggiungere sabato pomeriggio, fra le 15 e le 15,30. Sarebbero quindi entrati nel condotto dell'aria e tra tutte le apparecchiature presenti hanno rubato solo quelle di Teletutto. I carabinieri, avvisati dall'emittente bresciana si sono messi al lavoro per capire chi siano i responsabili del furto mentre i tecnici sono al lavoro per ripristinare il segnale che, secondo quanto annuncia il Giornale di Brescia, dovrebbe tornare attivo già da oggi, martedì 26

Commenti 1
mar 26 gen 2016, ore 10.22
IL CASO
Spaccata a sfondo fascista in una rivendita di abiti usati per beneficenza
“Gli italiani sono in crisi ... colpiremo tutti coloro che aiuteranno gli stranieri”. La firma è una svastica seguita dalla scritta “W il fascio”. Ha tutta l'aria di una spaccata a fondo razziale quella subita dal negozio Mandacarù a Sopraponte di Gavardo, in via Terni 2, dove si rivendono vestiti usati a scopo di beneficenza. Come riporta il Giornale di Brescia i ladri “fascisti” sono entrati nel locale nella notte tra martedì e mercoledì rompendo un vetro del portoncino di ingresso. Dopo aver arraffato qualche vestito di poco valore hanno guardato tra i cassetti in cerca di denaro ma sono riusciti a trovare solo poche decine di euro. Amareggiati e arrabbiati i volontari che gestiscono il negozio. Ora i carabinieri visioneranno le immagini delle telecamere che ci sono nel

Commenti 9
ven 15 gen 2016, ore 09.28
IN PROVINCIA
Filo spinato ad altezza uomo sulla pista ciclabile: scampato pericolo a Bedizzole
Un filo spinato messo appositamente di traverso sulla ciclabile del Chiese, a Bedizzole. Uno scherzo di cattivissimo gusto che rischiava di ledere seriamente a qualcuno che fosse passato in quel tratto. A comunicare il fatto al Giornale di Brescia il comandante della Polizia locale Patrizio Tosoni. A scoprirlo un ciclista che, con una frenata di fortuna, è riuscito a evitarlo. Lungo un paio di metri il filo era lungo la stradina ciclopedonale che costeggia il Chiese nella zona del parco Airone ed era collocato proprio ad altezza uomo. 

Commenti
gio 14 gen 2016, ore 13.56
SERLE
Speleologa ferita intrappolata a meno 150 metri. La salva il Soccorso alpino
Si sono concluse questa mattina le operazioni di recupero di E.C., la speleologa che ieri pomeriggio si era infortunata mentre stava esplorando la grotta “Omber en banda al bus tra le taere de la vai surde a matina” nel territorio di Serle. I tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico appartenenti alla IX Delegazione del Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo, coadiuvati da due medici del Cnsas specializzati in interventi in ambiente ostile, hanno portato la barella all'ingresso della grotta alle ore 07:35. I medici del Cnsas stanno ora valutando le condizioni dell'infortunata in una tenda allestita all'esterno della grotta prima di affidarla ai sanitari del 118 che la trasporteranno in ospedale per le ulteriori cure. Nel tardo pomeriggio di sabato, la speleologa E.C. era stata colpita da una scarica di sassi

Commenti 4
dom 10 gen 2016, ore 11.51
PROVINCIA
Valsabbia, otto proposte per dare vita alla variante Vestone-Idro
Sono otto le proposte pervenute in Provincia per partecipare al bando che assegnerà la realizzazione dei lavori per il completamento della tangenziale in Valsabbia, quella che dovrebbe consentire di bypassare Lavenone e realizzare la variante Vestone-Idro. Ieri, giovedì 7 gennaio, era l'ultimo giorno utile per presentare la domanda. La ditta a cui verrà assegnato l'appalto avrà poi un anno di tempo per stendere e presentare i progetti esecutivi dell'opera, già definita a livello preliminare dalla stessa Provincia di Brescia. L'opera costerà circa 55milioni di euro, la metà dei quali sono stati messi a bilancio dalla Provincia autonoma di Trento.

Commenti
ven 08 gen 2016, ore 12.43
INFORMAZIONE DI SERVIZIO
BsNews.it è nuovamente on line. Ci scusiamo con i lettori
A causa di un problema tecnico, la cui origine non è ancora chiara e potrebbe essere riconducibile anche a un attacco informatico, BsNews.it è rimasto offline per diverse ore. Il problema è risolto e gli aggiornamenti riprendono regolarmente. Ci scusiamo con i lettori per il disagio. 

Commenti 5
dom 27 dic 2015, ore 18.23
AUGURI
Buon Natale dalla redazione di BsNews.it. Siamo sempre on line
La redazione di BsNews.it augura un felice Natale a tutti i lettori. Gli aggiornamenti proseguiranno come di consueto anche nella giornata di domani (Santo Stefano) e in tutti gli altri giorni del 2015. Nelle festività gli orari di aggiornamento potranno subire riduzioni. Ma siamo on line 365 giorni all'anno. Grazie a voi.

Commenti 7
ven 25 dic 2015, ore 11.48
INTERNET
Fibra ottica e banda ultra larga: la Valsabbia va veloce grazie ad Intred
Inaugurata il 9 dicembre scorso dal presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni insieme al Presidente della Comunità Montana Giovanmaria Flocchini, all’Amministratore delegato di Intred Daniele Peli e al coordinatore operativo di Secoval Marco Baccaglioni, la nuova rete Intred che ha portato la banda ultra larga in Valsabbia sta già riscuotendo un grande successo. L'opera, fortemente voluta dalla Comunità Montana di Valle Sabbia, è stata realizzata grazie ad un accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico per l'espletamento del bando di gara da parte di Infratel, società in-house del Ministero e soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo. I numeri dell'intervento realizzato da Intred sul territorio valsabbino sono importanti. 4,1 milioni di euro, l'investimento c

Commenti 3
mar 15 dic 2015, ore 12.29
A GAVARDO
Infarto per strada: salvo grazie al defibrillatore semiautomatico
Stava facendo una passeggiata in paese, a Sopraponte di Gavardo, quando all'improvviso il cuore ha smesso di battere e l'89enne è caduto a terra privo di sensi. L'intervento tempestivo dei soccorsi da parte dei volontari dell’Anc da Roè con un'ambulanza e una medicalizzata ma sopratutto l'utilizzo del defibrillatore sono riusciti a salvargli la vita. Il suo cuore è tornato a battere e l'anziano signore, trasportato all'ospedale di Gavardo, si è salvato. Il defibrillatore automatico è lo strumento che gli ha salvato la vita e che oggi è presente in numerosi centri di aggregazione, così come all'esterno di numerose farmacie. La tempestività dell'intervento in certi casi è in grado davvero di fare la differenza tra la vita e la morte.

Commenti
lun 14 dic 2015, ore 09.48
LA RICHIESTA
Processo contro il presunto pusher di Ema: prima della sentenza le analisi sulla droga
L'esito del processo contro C.B, il giovane accusato di aver venduto ad Emanuele Ghidini la droga sintetica che lo avrebbe spinto in preda alle allucinazioni a gettarsi nel fiume Chiese nella notte del 23 novembre 2013, è legata a filo doppio all'esito delle analisi che il giudice Anna Di Martino ha affidato al professor Carlo Alessandro Locatelli. L'incarico è quello di comparare la droga trovata nel sangue di Emanuele durante l'autopsia con quella contenuta nel francobollo sequestrato dopo la festa a cui Ema aveva partecipato prima della tragedia. Il giovane è accusato della morte dell'allora 16enne di Gavardo come conseguenza di un altro reato: lo spaccio di sostanza stupefacente, in questo caso risultata mortale per il giovanissimo cliente. La perizia inizierà il prossimo 17 dicembre e la relazione dov

Commenti
ven 11 dic 2015, ore 10.27
VALSABBIA
Pertica Alta, incendio distrugge cascina: morto proprietario colto da infarto
Un terribile incendio e una vita spezzata. Succede a Livemmo, frazione di Pertica Alta, dove le fiamme divampate probabilmente da una canna fumaria, hanno bruciato una cascina, distruggendola completamente. Il proprietario 74enne, avendo visto cosa stava accadendo, è stato colto da un infarto, al quale non è sopravvissuto. I soccorsi giunti sul posto non sono riusciti a salvarlo e vana è stata la corsa all'ospedale di Gardone Vt. Sopravvissuti invece all'incendio la moglie e un altro parente. 

Commenti
dom 29 nov 2015, ore 11.24
DALLA PROVINCIA
Mottinelli (Broletto), con la Carta per la montagna un patto per sostenere le “terre alte”
Una carta per tutelare, sostenere e promuovere il valore della montagna “come riserva preziosa di biodiversità e di interesse globale”. Questo il primo impegno che si propone la “Carta di Milano per la Montagna” il documento presentato per la montagna a chiusura di Expo.   Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, nonché Presidente della Commissione Montagna dell’ANCI interviene in merito sottolineando che “nella Carta di Milano per Expo si fa riferimento a foreste e mare, a agricoltura e patrimonio rurale, ma non vi è alcun riferimento alla popolazione che abita e lavora nelle Terre Alte e al suo indispensabile ruolo nell'alimentazione del Pianeta”. Da qui dunque l'elaborazione della “Carta di Milano per la Montagna” che andrà al

Commenti
ven 27 nov 2015, ore 12.38
VALSABBIA
Mette in fuga i ladri sparando colpi in aria, gli sequestrano porto d'armi e fucili
Ha visto i ladri nel suo terreno, ha sparato quindi dei colpi in aria per metterli in fuga, ma essendo in un centro abitato all'arrivo delle forze dell'ordine gli hanno sequestrato fucili e porto d'armi. E' successo a Vobarno, in Valsabbia, lunedì sera. A finire nei guai Giorgio Buffoli, 49enne, imprenditore. «Sono arrivato a Collio, prima che dal 112 riuscissero a passarmi i carabinieri e quando sono stato lì, nel cortile del mio capannone, e ho visto delle ombre, ho sparato dei colpi in aria per farle fuggire» ha raccontato l'uomo a Valsabbianews, aggiungendo che quello che è successo dopo lo ha lasciato allibito. «I carabinieri sono arrivati una ventina di minuti dopo, quando ormai i ladri erano spariti, e se la sono presa con me perché avevo sparato.  Non mi sembra giusto: cosa dov

Commenti 12
mer 25 nov 2015, ore 09.38
24 NOVEMBRE
Imprese, giovani e lavoro: se ne parla a Bione con Confartigianato
Il Comune di Bione in collaborazione con la Consulta Giovani ha organizzato per martedì 24 a partire dalle ore 20.30 alle scuole elementari del Pese l'incontro dal titolo "Il lavoro è vita". Interverranno alla serata Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia, Pierangelo Fanelli, direttore commerciale Banca Valsabbina e Francesco Franzoni, amministratore delegato Raffmetal. Durante la serata si discuterà dell’attuale situazione del lavoro e delle imprese, dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e delle problematiche della sicurezza e della produttività. L’ingresso è libero.

Commenti
lun 23 nov 2015, ore 10.49
LA CURIOSITA'
Vallio, il castello scomparso ricompare. L'archeologo Bocchio: sicuro al 99%
Superstite di una storia antica, si erano perse le sue tracce da centinaia di anni. Ora però il castello di Vallio sembra essere ricomparso. La scoperta appartiene a Gabriele Bocchio, archeologo e ricercatore che da tempo si è messo alla ricerca di un castello medioevale, la cui esistenza è certificata da più di un documento medioevale, nella zona di Vallio. Sembra che l'abbia trovato “sono sicuro al 99%”, ha confessato al Giornale di Brescia in località Sant'Apollonia, sopra il caseggiato di Porle ad un'altezza di 424 metri sopra il livello del mare. Il castello potrebbe essere andato scomparendo in seguito all'assalto delle soldatesse del Barbarossa avvenuta nel 1158, ma anche con il terribile terremoto che colpì il Bresciano nel 1222.

Commenti
gio 19 nov 2015, ore 11.11
CERVENO
Riva Accaio in fiamme in mattinata: nessun ferito ma produzione sospesa
Grosso incendio questa mattina alla Riva Acciaio di Cerveno. Le fiamme sono divampate nell'area dei laminatoi e nel giro di poco tempo il rogo ha intaccato anche i macchinari mandandoli in fumo. Secondo le prime informazioni non ci sarebbero feriti, ma l'azienda è stata costretta a sospendere la produzione.

Commenti 1
mar 17 nov 2015, ore 11.30
IL CASO
La lite con i vicini, il ricovero in ospedale e la morte una settimana dopo
Il cuore del 65enne Fulvio Ferremi si è fermato lunedì 9 novembre dopo una settimana di ricovero alla Poliambulanza di Brescia, dove era arrivato lamentando dolori al petto. L'uomo due giorni prima aveva avuto una discussione con i vicini di casa, sui monti sopra Preseglie, probabilmente a causa di vecchi dissapori circa i confini territoriali delle rispettive proprietà. Qualche parola di troppo e diversi spintoni dopo però il 65enne ha preferito andare al Pronto soccorso di Gavardo per farsi visitare. Lì però non l'hanno trattenuto, giudicandolo sano. Il giorno successivo Ferremi si è rivolto al suo medico di famiglia lamentando ancora forti dolori. Questo gli ha consigliato di rivolgersi all'ospedale e lui così ha fatto. All'arrivo in Poliambulanza i medici lo hanno ricoverato

Commenti
gio 12 nov 2015, ore 15.50
LA TRAGEDIA
Esce in cerca funghi: donna 75enne cade in un dirupo e muore
Esce a cercare funghi, ma muore a 200 metri da casa. La vittima è una 75enne di Levrange, frazione di Pertica Bassa, caduta in un dirupo mentre era lala ricerca di funghi vicino casa. La donna, secondo quanto scrive il Giornale di Brescia, sarebbe uscita di casa la mattina presto senza però fare ritorno all'ora di pranzo, quando i figli di ritorno dal lavoro hanno lanciato l'allarme. E' bastato cercarla nelle immediate vicinanze di casa. Il corpo della donna giaceva senza vita in fondo ad un dirupo ad appena 200 metri da casa.

Commenti 1
gio 05 nov 2015, ore 17.29
TERREMOTO
Tra Alto Garda e Valsabbia la terra continua a tremare: due scosse nella serata di ieri
Nessun danno a cose o persone, ma tra l'Alto Garda e la Valsabbia la paura dei residenti per l'ondata sismica di questi ultimi mesi è tanta. La zona infatti dall'agosto scorso appare molto attiva sismicamente parlando e non sembra volersi interrompare. Dopo le due scosse, la prima di 3.2 di magnitudo e la seconda di 2.3, nella serata di domenica la terra è tornata a tremare . Erano circa le 21,20 quando è stata avvertita una scossa di 2.8 di magnitudo. L'epicentro è stato a 3 chilometri a nord-est di Molina di Ledro, in territorio trentino, mentre poco dopo la mezzanotte un'altra scossa, questa volta leggermente superiore e pari a 3 di magnitudo, ha colpito la località Concei.

Commenti
lun 02 nov 2015, ore 11.08
INCIDENTE
Schiacciato dalle lastre di marmo: grave operaio della Marmolux di Nuvolera
Ennesimo infortunio sul lavoro questa mattina, mercoledì 28 ottobre, alla Marmolux di Nuvolera. Erano circa le 9.l15 quando un operaio che stava lavorando con il muletto è rimasto parzialmente schiacciato da grosse lastre di marmo scivolate dal mezzo. Immediata la chiamata al 112 che ha inviato sul posto l'eliambulanza che ha trasportato l'uomo in ospedale in codice rosso. Vigili del Fuoco e carabinieri intanto stanno ricostruendo l'esatta dinamica dell'incidente.

Commenti
mer 28 ott 2015, ore 15.41
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
4

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Chi vorresti come nuovo rettore dell'ateneo bresciano?
Gian Paolo Beretta (Ingegneria)
Rodolfo Faglia (Ingegneria)
Riccardo Leonardi (Ingegneria)
Maurizio Memo (Medicina)
Alessandro Padovani (Medicina)
Saverio Regasto (Giurisprudenza)
Emilio Sardini (Ingegneria)
Claudio Teodori (Economia)
Maurizio Tira (Ingegneria Civile)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
01:08 @ale
01 giu - Vai alla news »
Bravo Ale, fatti dare dal sindaco anche il suo IBAN così gli fai un bonifico per contribuire non solo a chiacchiere. Poi ci fai saper
00:22 si
01 giu - Vai alla news »
Infatti non è "zero". Non sarà l'allarme sociale che qualcuno ha motivo di voler creare, ma non è nemmeno "zero": la questione esiste. Anche
00:10 Einstein
01 giu - Vai alla news »
Mah. Le donne musulmane a Brescia sono centinaia, si vedono in giro a centinaia, ma diavolo se si vedono con il burqa, quello che ci terrori
00:06 si
01 giu - Vai alla news »
Vedo che qualcuno che capisce, per fortuna, esiste. Il genio delle 22.33 (talmente genio, che si ripete alle 22.36) affermava invece che per
23:56 stradivarius
31 mag - Vai alla news »
Evidentemnete la densità di probabilità (giusto per evocare la meccanica quantistica e gli elettroni) di incontrare Renga a Brescia è assai
23:43 stradivarius
31 mag - Vai alla news »
Giusta riflessione di chi commenta l'incubo della deflazione perchè con la domanda precipitata ai minimi, i consumi fermi e le imprese costr
23:31 si
31 mag - Vai alla news »
Io invece Renga non l'ho mai incontrato. Sarà perchè Renga non esiste o sarà perchè io il sabato pomeriggio non vado a Sant'Eufemia? Attento
23:27 stradivarius
31 mag - Vai alla news »
Ecco, ci siamo. Io proprio Renga l'avrò visto cinquanta volte e ho pure parlato, essendo lui un bravo cuoco, di cibi e di arte culinaria no
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...